Cos’è

La Bartender School rappresenta il tentativo riuscito di Ristorexpo di concedere spazio ad una dimensione del settore enogastronomico che si sta facendo sempre più spazio nella cultura contemporanea. Il cocktail viene sviscerato dai migliori esperti del panorama italiano ed internazionale, dimostrando in maniera anche divertente come il drink&beverage possa rappresentare un’importante opportunità di carriera per tutti gli interessati.

Il format

Sullo stesso palco del Master di Cucina si svolge anche la Bartender School, seguendo un’impostazione già affinata dal fratello maggiore in anni di esperienza. Il bartender protagonista trova sullo stage tutto ciò di cui ha bisogno, dal mixer allo shaker, ed elabora in maniera creativa ricette originali basandosi sugli ingredienti che caratterizzano i cocktail storici: liquori, spiriti, erbe, frutti, fiori si combinano per generare creazioni uniche nel loro genere.

Alla preparazione segue una degustazione del nuovo drink, accompagnato dalla spiegazione dell’ideazione e della presentazione al tavolo.

Per migliorare la qualità dell’ascolto sono a disposizione cuffie audio, sintonizzabili su diverse frequenze per consentire di seguire anche altre iniziative quali i Master di Cucina, le Lectio Magistralis, le presentazioni dei libri di Ristorexpo e molte altre.

I protagonisti

Le Bartender School sono di recente introduzione, ma hanno già visto grandi nomi partecipare all’iniziativa.

Campari Academy ha portato Tommaso Cecca, Bar Manager del Caffè Trussardi di Milano, e più in generale contribuisce con il proprio folto arsenale di bartender al successo delle Scuole.

Personaggi come Luca Picchi, il Maestro per eccellenza del Negroni, o gli internazionalmente famosi Jakub Kozlowski e Adam Gradziel, hanno calcato le scene delle Bartender School, portando lustro ad un nuovo settore della sfera enogastronomica che sta dimostrando una vitalità incredibile e margini di crescita molto importanti.