La filosofia dello chef

Pluripremiato chef del ristorante stellato Combal.Zero di Rivoli, Davide Scabin è considerato uno dei precursori del moderno art&food design. Il suo metodo di ricerca gastronomica, che esplora vie intellettuali e filosofiche, è il “gusto della forma”, una propensione avanguardistica a cui si accompagna una valorizzazione delle materie prime e dei prodotti del territorio.

I suoi piatti più famosi

Tra i piatti più famosi di Davide Scabin si annoverano il cyber egg, ovvero l’uovo cibernetico, formato da una doppia camera d’aria di cellofan contenente caviale, rosso d’uovo, vodka e scalogno, ma anche la fassona al camino, una cotoletta di filetto impanata nel pane e nelle briciole di grissini realizzati a mano.

I progetti innovativi

A partire dal 2014 Scabin sta lavorando, insieme al Dottor Matteo Goss dell’Ospedale Molinette di Torino, al progetto “Food Cleanic” (in cui il termine “clean” significa pulito, sano), ovvero a una proposta culinaria pensata ad hoc per coloro che, per motivi di salute, sono costretti a rinunciare ad alcuni ingredienti.

Lo slogan “Food For Fighting” riassume in tre parole la nuova sfida del piemontese Davide Scabin: rendere il pasto un’esperienza piacevole per tutti, indipendentemente dalle limitazioni che alcune patologie impongono. La chemioterapia, ad esempio, altera le percezioni delle papille gustative, rendendole troppo sensibili al ferro: con alcune ingegnose ricette, Davide Scabin sperimenta una soluzione a questa e a tante altre problematiche, assecondando il gusto dei pazienti e favorendone, in questo modo, il miglioramento dell’umore.